Buon Natale Wildpigs!!

Amici cinghiali, prima, mentre o dopo esservi abbuffati e riempiti con i vari pranzi di Natale, noi cogliamo l’occasione di farvi i nostri piu sinceri auguri di Buon Natale!!! A...
Buon natale cinghiali!

Buon natale cinghiali!

Buon natale amici cinghiali!!!! Si lo so, siamo in anticipo, ma il sito come sempre in questo periodo va in ferie! Come dite? Un sito non va in ferie?!?!?! Ragazzi, spirito cinghiale anche per l’HTTP!!!!  Magari qualche articolo sporadico potrà esserci, sicuramente vi rinnoveremo gli auguri il 25 dicembre e continueremo in questo periodo  a pubblicare sulla pagina Facebook. Come programmazione invece ci rivediamo il 7 gennaio! Vi salutiamo, facciamo (per ora) gli auguri e ci rivediamo con l’anno nuovo Per festeggiare vi lascio con una canzonissima tenerissima per gli augurissimi natalissimi Ciao cinghiali!!!!!...
Pensieri e parole

Pensieri e parole

Buongiorno amici cinghiali. Modalità paraculo ON. Benvenuti all’editoriale del giorno. Ho letto qualche giorno or sono di un ragazzo quindicenne che, scrivendo ad una rivista specializzata di mtb, chiedeva alla redazione del giornale, ma forse chiedeva più a sé stesso, quali fossero i motivi per cui non riuscisse più ad ottenere i risultati “in gara” rispetto a quanto sperato. Anzi, i risultati erano di molto inferiori a quelli dell’anno precedente, nonostante le molte ore in più di allenamento e l’aver sacrificato spesso momenti della propria vita privata. La redazione ha già ampiamente e in modo soddisfacente risposto al quesito, invitandolo ad essere più sereno nella vita in generale, e “vedrai che le cose miglioreranno”. E prendendo spunto da uno di quei “vecchi e saggi” allenatori, lo incitava a prendere gli allenamenti e lo stare in sella come un divertimento, una gioia in sé, e “vedrai che le cose miglioreranno”. Per fortuna ci sono sempre quei “vecchi saggi” che sanno come funzioni la vita e sanno darti consigli preziosi. Pensieri e parole condivisibili e apprezzabili da tutti. Modalità paraculo OFF. Scusate, ma possibile che tutto debba sempre essere rivolto ad un risultato da raggiungere, ad una coppa da alzare, ad una gara da vincere, anzi da stravincere, anche quando il premio sia un cesto di salami e formaggi? Direte: se non hai un obiettivo e non ti impegni seriamente e non sudi più delle dodici fatiche di Ercole, non sarai mai nessuno. Ma perché devi per forza diventare qualcuno! Ulisse riuscì a scappare dal ciclope spacciandosi per il Sig. Nessuno, ed è diventato un eroe immortale! Mi colpisce che sia...
Aspirante Cinghiale

Aspirante Cinghiale

Ciao a tutti sono Pol, da poco ho iniziato a fare qualche uscita coi Wildpigs che mi hanno portato a fare il loro “Classicone” (che ero già tornato a fare da solo) e una rocambolesca uscita dopo la nevicata. Dal momento che sono uno di quei tanti giovani 30enni disoccupati, tra l’invio di un cv e l’altro decido di sfruttare questa persistente alta pressione di inizio Dicembre. Pianifico su cartina un’escursione in terre cinghialose: nulla che si allontanasse troppo dal classicone, magari un qualche punto panoramico… eccolo! Monte Tre Croci! E per arrivarci posso anche fare il giro largo e passare dalla Madonna della Gelata. Sole e caldo, giornata perfetta! Per arrivare alla Gelata mi trovo davanti una discesa scassatella (sentiero 791° se non erro), tipo canaletto che prendo con tutte le dovute precauzioni, nonostante questo mi impunto e non so come riesco a non ribaltarmi… Ok Pol, magari se vediamo qualche tratto un po’ ostico lo facciamo a piedi, eh? Arrivo alla Gelata (dove effettivamente era tutto gelato) e via verso il Monte Tre Croci. Marò, la salita non è certo delle più facili, alcuni punti belli scassati (che dovrò farmi al ritorno in discesa)… Forza e coraggio!! Arrivo al Monte Tre Croci, punto la vetta e lì mi aspetta un assolato tavolino da picnic sotto la croce (ma le altre due?? Che fine han fatto?) e un panorama splendido con vista su Lago d’Orta e montagne innevate. Direi il posto perfetto per godermi il meritato pranzo (ci sarebbe stata bene una polenta&salsiccia, ma mi accontento di panino, the caldo e barretta ☺ ) mentre faccio il tifo...
977 for Nepal: Progetto Bottiglia Solidale!

977 for Nepal: Progetto Bottiglia Solidale!

Cari amici cinghiali, siete in ritardo con gli ultimi regali di Natale? Avete qualche amico ciclista e/o ubriacone (!) che potrebbe gradire una cassa di ottimo vinello come quello in foto, ma non solo? Benissimo! Potete anche cogliere l’occasione per fare del bene, come vi spiegherò in questo articolo. Ricevo dall’amico Selvatiko Mauro Vanoli e condivido con tutti voi. “La storia in breve, velocemente, come bere un bicchiere di… punto. Conosco Stefano (l’uomo della vigna) per caso, ma per caso davvero. Io non bevo e lui non c’azzecca con le bici. Galeotta fu quell’etichetta (che noi siamo un po’ malati no?). Essi’, l’adesivo su quella bottiglia e’ cosa assai curiosa, vicina a quella col tacco 12 (veder al suo sito web www.cantinegramigna.com) fa la sua porca figura, sembrerebbe  roba per palati fini e portafogli gonfi e invece, parole sue, “vino normale, anzi, sa di tappo”. Stefano non se la mena, ha scelto di passar tre giorni la settimana nella campagna pavese ereditando un campo e facendosi un mazzo cosi’ (part time), con un mutuo cosi’ (20anni), per andar avanti con la sua passione (io mi ci rivedo). Prima riparava strumenti musicali, e lo dico qualora dobbiate accordare la vostra… pianola Bontempi. Si era una sera davanti alle sue bottiglie, le etichette erano ancora a livello di bozza, forza del marketing o potenza di Bacco non e’ dato sapere, io davanti a quella “fissa” mi fermai. Quindici giorni per diventar amici e nemmeno una bottiglia scolata in due. Stefano, che era li per vendere, nemmeno mi invito’ a degustare (l’ho bevuto in seguito, sa di tappo, confermo). Lui, nel frattempo,...