Wildpigs compie 5 anni!!!

Wildpigs compie 5 anni!!!

Ciao cinghiali!!!! Oggi è un giorno importante per noi! Cinque anni fa, proprio oggi, nasceva il nostro sito e la nostra pagina. Il nostro gruppo di amici esisteva già da tempo,  con qualcuno appassionato di bici, qualcuno no, qualcuno che lo sarebbe diventato. Da allora però il nostro gruppo si è allargato molto, con amici in tutta Italia, qualcuno che ci segue solo su internet e qualcuno che di tanto in tanto riusciamo a incontrare in qualche manifestazione o… durante qualche cena Giusto poche righe, per augurarci da soli buon compleanno. E augurarlo a chiunque di voi si senta parte del gruppo (se siete tra questi condividete il post, è anche il vostro compleanno)! Un bel brindisi a tutti i cinghiali, ora virtuale, a presto reale. Ciao cinghiali!!!!!   (Immagine di copertina presa a muzzo dalla rete, in pieno stile...
Alone @dietro.casa

Alone @dietro.casa

Sabato. C’è stato il consueto giro di messaggi, ma qualcuno è in montagna, qualcuno non può, qualcuno può il pomeriggio (Teo, e sapete già come sia andata). Io può il mattino. Vado, non vado? Fa freddo, non fa freddo? Ok, vado e non fa freddo. Opto per un giretto tranquillo nei sentieri vicino casa, più che altro imparare bene dove inizino e per scoprire dove finiscano, anche se non credo molto lontano. Inforco la mia amata salsina, ancora in ss: è un giretto tranquillo, per guardarsi intorno, per stare bene. Provo un sentiero e torno indietro, poi mi dirigo verso il tracciato della corsa a piedi che abbiamo “gareggiato” la domenica prima. Nessuna fretta alle spalle e nessun obiettivo particolare, così mi fermo spesso a guardare cartelli segnaletici dei sentieri e a fare foto (di cui una che secondo me, fosse bella tetra o candidamente innevata, si potrebbe pensare a qualche posto sperduto in Transilvanya o Wyoming); insomma a cercare di immaginare nella testa i vari percorsi della zona. Giro e rigiro, e dopo circa 2 orette decido che sia il momento di tornare verso casa. Tutto qui. Rientro però contento, per almeno 3 motivi: Uno: Beh, se ho poco tempo, un giretto dietro casa ci sta sempre! Due: La bici è anche questo: pedalare da soli, senza fretta, per il gusto e il piacere di farlo. Tre: C@zz0 se è figo il SS! In soli 20 km, se riesci a trovare due corte ma ripide salite, ti ammazza certo, ma ti riempie anche il cuore. Mai più...
Alone (@ canalone)

Alone (@ canalone)

Sabato. C’è stato il consueto giro di messaggi, ma qualcuno è in montagna, quancuno non può, qualcuno può la mattina. Io posso al pomeriggio. La bici nuova è stata solamente “assaggiata” in un breve giro xc con Alby due settimane prima. La voglia di provarla seriamente c’è, Pogno e i suoi percorsi per me son più da fare in compagnia, ma decido di andare lo stesso da solo, una bella prova sia in salita che in discesa, con molto tempo per stare “tra me e me”. Parto!   Inizia la salita, o meglio, il falsopiano iniziale. Già dai primi metri sembra non passarmi per niente…. Avrò sbagliato destinazione per un giro in solitaria? La salita che mi aspetta è lunghetta… Detta semplicemente…. Mi spaccherò i maroni? Proseguo e svolto, prendo la salita vera e meno trafficata. Passo discreto (per le mie capacità), temperatura fantastica: fresco ma sopportabile…. Niente male alla fine. Abituato ai miei fantastici bocia, il silenzio non so più cosa sia, e questa salita in solitaria inizio a godermela proprio. Penso, ragiono, mi rilasso. Il tempo inizia a passare e la salita non mi sembra più cosi noiosa… Proseguendo vedo qualcuno davanti a me che sta salendo, ma ho deciso di stare con me stesso, quindi rallento e mi faccio staccare. Fino a quando sono in cima. Gli altri bikers han scelto un’altra PS, quindi riesco a prepararmi da solo e sono pronto per partire. Discesa in solitaria, solo io, la mia bici, i rumori del mezzo e i pochi suoni del bosco in inverno. Mi sento bene, sono rilassato e appagato. Decido di fare la discesa tutta di...
Buon Natale maiali selvaggi!

Buon Natale maiali selvaggi!

Innanzitutto cari amici cinghiali, mentre iniziate a leggere questi auguri di Natale, date un bacio alla persona che vi sta più vicino in questo momento da parte nostra! Con le dovute differenze: sulla guancia se si tratta di cinghiale uomo, sulla bocca se cinghiale donna, e sulla fronte se cinghiale baby! Volevamo solamente farvi un grandissimo augurio per un Natale bellissimo, sperando che Babbo Natale vi abbia portato quello che avevate chiesto: siamo sicuri che siete stati bravi e avete meritato il regalo! Cosa abbiamo chiesto noi a Babbo Natale? Noi non vogliamo la pace nel mondo (lasciamo a Miss Italia la richiesta…), non vogliamo che tutti i poveri non siano più poveri e i ricchi siano meno ricchi (non compete a noi la ricerca dell’equilibrio sociale-economico…), non vogliamo che tutte le religioni si prendano per mano e camminino verso un futuro insieme, in pace (non siamo ad un talent-show…). Vogliamo semplicemente che Babbo Natale ci porti ancora tanta allegria, tanta voglia di stare insieme e divertirsi insieme; che ci porti ancora nuovi amici con cui raidare o vecchi amici da rincontrare. Siamo convinti che la vita debba essere presa, nei momenti giusti, con la giusta allegria e felicità, tipiche sensazioni di quando si pedala insieme. Ricorderemo la vostra faccia nuova quindi se sarete voi il nostro regalo di Natale… ANCORA TANTISSIMI AUGURI RAGAZZI E RAGAZZE SETOLOSI! Certo, se sulla slitta di Babbo Natale, ci fosse posto anche per quel nuovo gioiellino a due ruote, che ho tanto sognato…...
Dieci (non) regole per affrontare un trail!

Dieci (non) regole per affrontare un trail!

Amici cinghiali buongiorno. Forse avrete già notato sulla pagina fb e sulla pagina Instagram, (NdA: correte a seguirci anche su quella, se non lo state già facendo! profilo: “wildpigscrew”) qualche foto e commento relativi ad una corsa in montagna cui Erby e Teo hanno partecipato sabato 19 corrente mese. VialatteaTrail, una run da 12km o un trail da 24km sulle splendide montagne della Vialattea, Sauze d’Oulx (TO). Non era la prima partecipazione, e non sarà l’ultima, perché ogni volta le sensazioni sono diverse, splendidamente diverse. Quest’anno, causa assenza di neve :-(, elemento fondamentale in una gara del genere, alcuni iscritti hanno alla fine rinunciato ad esserci, nonostante i circa 600 presenti ai blocchi di partenza. Ma veniamo a noi. Dicevamo nel titolo delle dieci NON regole da seguire: decidete voi come e dove applicarle, noi abbiamo fatto così. Eccole. STAY TUNED: l’allenamneto è fondamentale per arrivare ad una gara preparati dal punto di vista della forma fisica. Nessuno dei due nelle ultime settimane ha messo le scarpe da running ai piedi per mantenere un minimo di allenamento, anche solo per una sgambatina. E infatti, 50 mt dopo il via, curva a sx e si inizia a salire con pendenza che non ti molla un attimo per i primi 5 km, tanto da tenere la modalità PASSO ON quasi sempre impostata. MENU’ FISSO 10 EURO: risulta essere molto importante l’alimentazione prima di affrontare un trail. Noi ci godiamo due ottimi hamburger (uno con salsa chili), patatine fritte, tiramisù alle fragole (delizioso) e birra. SAMURAI, CONCENTRAZIONE: i momenti che precedono la gara sono importantissimi per trovare la giusta concentrazione, che deve...
Raida Come Mangi: la vera verità sul corso…

Raida Come Mangi: la vera verità sul corso…

Ok, dal corso sono passate oramai un paio di settimane. Ci ho pensato a lungo poi ho deciso: non posso stare zitto, devo parlare! Facile fare un articolo dicendo che le cose sono andate tutte per mil verso giusto. E’ giusto che la gente sappia! Ma andiamo per gradi. L’IDEA Contatto Jack, gli dico che vorrei organizzare un corso RCM in zona cinghiali, esattamente a Pogno e che lo vorrei molto guidato. Giro di mail e chiamate ed il corso su richiesta è organizzato. IL CORSO Giorno 1 Cosa dire: Jack arriva puntuale a Pogno, colazione tutti assieme e prima chiacchierata. Ci presenta i suoi obiettivi e come lei perseguiremo. Prima furgonata check delle bici e prima discesa a trenino, questa giusto per conoscersi con Jack che si alterna a noi per vederci tutti. Seconda discesa e si entra nel vivo! Ci segue, ci filma e nel mentre ci corregge gli errori. Prove di passaggi tecnici, curve e posizione in sella e via con altre discese, questo sia la mattina che il pomeriggio dopo pranzo. Giorno 2 Secondo giorno, si ripassa  quanto detto il primo giorno, proviamo altri passaggi e altri skills, pedaliamo e correggiamo. Poco campo scuola (come da noi richiesto) anche se presente (come è giusto che sia), tanto riding e tante correzioni. Alla sera tutti stanti ma tutti che inconsciamente ci accorgiamo di essere molto più sicuri e anche più veloci. CONCLUSIONI Corso Tutti soddisfatti, il corso è stato molto bello, ci siamo divertiti e abbiamo imparato molto. Se tiriamo le somme non possono che essere positive. Molto. Sicuramente una bellissima esperienza che sicuramente replicheremo… Se Jack ci...