Non giudicare la mia prestazione

Non giudicare la mia prestazione

Che tu sia il primo, che tu sia nel mezzo o che tu sia l’ultimo, non giudicare la mia prestazione. O per lo meno, pensa a quello che sto per scrivere la prossima volta che sarai in gara. A tutti noi è capitato di competere con amici o contro altri, e spesso abbiamo scherzato su prestazioni “scadenti”(o al contrario vincenti) di conosciuti o sconosciuti, ma hai pensato che gli altri non sono te? Personalmente amo lo sport e gareggio in varie discipline, con prestazioni mediocri, a volte scarse, ma ogni volta che termino una gara son felice, a volte commosso. E sai perché? Perché ormai da qualche anno sono costretto a rinforzare, perché ho problemi ad entrambe le spalle (che prima o poi dovrò operare) e qualche “acciacco”ad alcune vertebre, problemi per i quali più di una volta mi son sentito dire da medici professionisti che alcune cose (che amo) non posso più farle, avrò difficoltà a farle, o comunque dovrei limitare. Ma ho una testa di legno e ho continuato ad allenarmi, a rinforzare, e adesso mi godo ogni chilometro percorso, ogni metro corso, ogni vasca nuotata. E quando arrivo al traguardo, molto dopo di te, io sono felice. Perché sono lì, perché c’è l’ho fatta, perché il male che proverò domani alla schiena sarà minore rispetto alla soddisfazione che provo oggi. Io non sono tutti, ma sono sicuro che esistono mille altre situazioni. Pensa che l’ultimo classificato probabilmente ha fatto più fatica del primo, ma nonostante tutto è lì e c’è solo per esserci. Pensa che magari per motivi di lavoro, per la famiglia, per mille altri...
“Perchè lo facciamo?”: considerazioni e pensieri confusi dopo un bellissimo Bettelmatt Ultra Trail

“Perchè lo facciamo?”: considerazioni e pensieri confusi dopo un bellissimo Bettelmatt Ultra Trail

Erano ormai (troppi) anni che non correvo una distanza degna di iniziare a farti pensare “ma perchè lo faccio?”, e questo Bettelmatt Ultra Trail (BUT) con la sua Sky Race da 35 km è stata una buona occasione per “riprovarci”. Non farò un resoconto della gara, inutile dato che questa assume valori diversi per ognuno, mi limiterò a raccontare qualche considerazione e qualche emozione che la corsa in montagna sa dare. Quanto siamo piccoli Quando sei immerso nella montagne non servono riprese epiche dai droni, quando sei li in mezzo capisci che siamo un puntino, che la montagna è maestosa e che per quanto ci possiamo sforzare per sentirci grandi, lei sarà sempre li a circondarci, apparentemente immobile ma viva. Rispetto Strettamente legato al punto di prima, ogni volta che mi trovo in montagna, ancora di più durante una corsa, mi accorgo di quanto siamo “ospiti” sui monti, che questi si lasciano percorrere ma che dobbiamo riconoscere a loro tutti il meritato rispetto. Il sentiero è più che mai una via da seguire, non un indicazione, ma la solo scelta. Uscire dai sentieri può essere un danno, sicuramente una mancanza di rispetto. E il rischio è di pagare cara questa mancanza di rispetto. Il cretino col gellino Li ho usati anche io, non ho niente in contrario… Ma come cacchio è possibile che ci siano ancora cretini che buttano le carte a terra? E’ un’usanza stupida in tutte le discipline, ma in montagna è ancora peggio! Ti sembrerà strano cretino col gellino, ma ti assicuro che in montagna non passano gli operatori ecologici con la scopa o l’aspiratrice a pulire! Ci sono i...
NONCICLOCROSS 2015!!!

NONCICLOCROSS 2015!!!

Ciao Bikers oggi, ad un mese esatto dalla sua prima edizione, vi parlerò dell’ evento più divertente dell’ anno… la NONCICLOCROSS 2015!!! Il 13/12/2015 a Gravellona Toce (VB) avrà luogo la prima edizione della manifestazione ciclistica non agonistica NONCICLOCROSS.   L’ evento aperto a tutti i ciclisti, purchè divertenti, giocosi, gogliardici e simpatici si terrà presso l’ area sportiva del circolo IN ARIA, in località La Frana (raggiungibile comodamente in autostrada A26, uscita Gravellona Toce). Potrà essere utilizzata qualsiasi tipo di bici!!! (Non saranno ammesse bici cicloassistite, bici elettriche o bici a motore.)    In questa sede già da tempo ha sede il 360Gradi Bike Team, organizzatore dell’ evento assieme a gli amici di In Aria, club di volo in parapendio. Alcuni valorosi Uomini, a colpi di picco e pala…. hanno creato una bellissima e divertentissima Pista di MTB caratterizzata da dossi, buche, curve paraboliche e altre asperità che la rendono divertente e alla portata di tutti. All’ interno della pista il 13/12/2015 si correrà la NONCICLOCROSS, che avrà un percorso di circa 2500 mt, per lo più pianeggianti, tutti su sterrato. Il nome bizzarro deriva dal fatto che non è una gara vera e propria, ma una manifestazione non agonistica, anche se poi una volta partiti ogni partecipante tirerà fuori il Campione che è in Se. Immagginate che Figata!!!… partire tutti insieme (a seconda della categoria di appartenenza) e girare per circa un’ora in un percorso bellissimo e divertentissimo, sfidando gli amici e gli altri Bikers. (vince chi fa più giri! 🙂 ) Lo spirito della manifestazione è il DIVERTIMENTO, quindi ne vedremo di tutti i colori, considerando...
Il primo XTerra non si scorda mai

Il primo XTerra non si scorda mai

L’idea 15 Giugno: vado a nuotare e pensando all’uscita in mountain bike di pochi giorni prima mi viene in mente l’Xterra conosciuto come nome da diversi anni e sembrato sempre irraggiungibile: un (IL) triathlon offroad, ovvero quella disciplina che unisce le mie due discipline preferite (mtb e trail running) al nuoto, nuova disciplina praticata per gestire una schiena tutto fuorchè perfetta. Mi collego a internet e scopro che ci sarà una prima edizione a Varigotti, e che il tracciato mtb sarà sul tracciato della 24h di Finale Ligure e che esisterà una versione LITE con chilometraggio ridotto.  Mi sale la scimmia… 16 Giugno: lo dico a mia moglie per cercare di trovare qualcuno che mi blocchi… Lei mi dice che è alla mia portata e che potrei iscrivermi. La scimmia picchia duro nella mia testa… 17 Giugno: torno da lavoro, mia moglie mi chiede se mi sono iscritto. Le dico di no. Mi risponde “se non lo fai tu ti iscrivo io”. 18 Giugno: è ufficiale. Ora si inizia a ballare!!! La preparazione I figli sono piccoli e assorbono buona parte del mio tempo libero, non voglio sottrarre ore a loro, quindi inizio ad allenarmi la mattina presto prima di andare a lavoro. Non sono solito allenarmi ma il triathlon mi spaventa 🙂 Passano i mesi e io riesco a mettere qualche chilometro nelle gambe (e nelle braccia), mi aumenta la fiducia e la scimmia 🙂 Gli amici cinghiali non sanno nulla, perchè per un piccolo problema so che a pochi giorni dalla gara potrei dover rinunciare. Non voglio dover poi dire di dover saltare una cosa del genere, mi...
[Libri] La fatica non esiste – Nico Valsesia

[Libri] La fatica non esiste – Nico Valsesia

Ciao cinghiali! Oggi vi voglio consigliare un libro, l libro di un amico. La piccola premessa che voglio fare è che si, sono assolutamente di parte 🙂 Il libro è quello di Nico Valsesia, mio ciclista e amico, conosciuto per aver compiuto imprese come la R.A.A.M. e altre ancora più particolari che sono appunto racconta in queste pagine. Personalmente il libro per me non è nulla di nuovo, sono racconti che ho avuto la fortuna di sentire direttamente dalla voce del protagonista, ma la lettura del libro ha saputo comunque trasmettermi qualcosa. Le parole di Nico trasudano di passione per lo sport, di amore per i suoi figli, e trasmettono anche quella che è per me la scintilla che ha Nico: voglia di provare, di sfidarsi, di superarsi, ma sempre con la gioia tipica dei bambini. Un esempio. La lettura è assolutamente semplice, coinvolgente e veloce. Ve lo...
#MeglioDiUnaPera

#MeglioDiUnaPera

Amici Cinghiali ben ritrovati in questo 2015!! Per cominciare l’anno, vi racconto la nostra ultima uscita del 2014! All’inizio la proposta di Alby era un giro a Coggiola, ma poi c’è stato un cambio di programma e ha proposto di andare in zona Borgosesia a provare un sentiero che si chiama “Meglio di una pera”. Siamo io, Alby, Fabio, Luca (Tata) e Luca Tarricone, simpatizzante cinghiale e fautore (assieme ad altri ragazzi) di restauro/manutenzione del sentiero in oggetto, che ci farà da guida nella nostra scorribanda. La salita è su asfalto per la prima parte, poi su sterrato, reso in questo caso un po’ sdrucciolevole da quel paio di cm di neve scesi il giorno precedente. Il nome non mente, il trail è uno SPETTACOLO!! Nonostante le condizioni non ottimali (un po’ di neve in alto e alcuni tratti un po’ scivolosi) è godibilissimo, tenuto perfettamente, ricco di flow con curve in appoggio e diversi salti (tra cui un river gap). Ogni salto ha la sua brava chicken line (ho provveduto personalmente a testarle tutte 😛 ) e non ci sono tratti impossibili, per cui è alla portata di tutti. L’ultima parte del trail (diciamo circa 1/5 della lunghezza totale) lascia da parte il flow per far posto al tecnico, e qui infatti la mia scarsa tecnica è stata messa a dura prova 🙁 Insomma, ce n’è per tutti i gusti ed è alla portata di tutti, veramente figo e stradivertente. Data la natura del trail, consigliate le protezioni. Doverosi complimentoni a Tarri e alla sua crew per l’enorme e ottimo lavoro svolto sul sentiero. Purtroppo presi dalla fretta (eravamo...