Sono passato al lato oscuro…

Sono passato al lato oscuro…

  Ebbene sì, sfrutto queste pagine per fare coming out, perché alcune cose non possono rimanere nascoste. La carne è stata debole e devo ammettere che, dopo la 24h di Finale, ho comprato una bici da corsa usata!!   Ad oggi ci ho fatto più di 1000km. E ancora peggio, dopo la 24h, avrò fatto neanche 50km in mtb. E ulteriormente peggio, mi piace pure uscire in bdc!! E metto i completi in lycra!! Mi sono depilato!! 2 volte!! Ho iniziato a usare Strava!! AIUTO!!!!! A mia discolpa devo dire che la bdc è stata presa per un problema al ginocchio, per cui il fisioterapista mi ha consigliato di correre meno e pedalare di più. Diciamo che, complici i problemi a trovarsi coi cinghiali causa impegni vari, ne ho approfittato anche nei weekend per farmi delle belle pedalate per tenermi in attività e poter rientrare entro mezzogiorno. Uscire in mtb dalle mie parti non mi piace (parco Ticino), d’altro canto non ho troppa voglia di farmi 1h di auto A/R per andare a farmi un classicone da 15km da solo (cosa che invece farei se abitassi a Borgo). E allora ho iniziato a guardarmi le strade, cercare tutte quelle poco trafficate che mi permettessero di fare giri diversi e senza traffico, pian piano ho iniziato ad avvicinarmi al Lago d’Orta e ai 100km (ancora non raggiunti, il ginocchio comunque si fa sentire), oppure ho cercato di fare tutte le salite nei dintorni (tutte le salite che se va bene arrivi a fare 600m dsl+ in 80km). Poi sono andato un paio di volte sul Mottarone partendo da Gozzano: devo dire...
Mi piace la mia mtb-bdc full-rigid … Mi piace mescolare

Mi piace la mia mtb-bdc full-rigid … Mi piace mescolare

Devo proprio ammetterlo, non mi sto allenando come si deve per il Sella Ronda Hero ma non dispero, per ora mi diverto con la mia Mtb-Bdc Full-Rigid ! Oh sì, è davvero una goduria combinare uscite per fare un pò di km in poco tempo, potendo senza tante storie fare tratti asfaltati e tratti sterrati, mi piace quel sentiero? Ci entro! Devo guadagnare tempo? Taglio su asfalto! E’ questa la filosofia che sto seguendo in questo periodo per fare  chilometri e salite, senza rinunciare completamente allo sterrato riuscendo a ridurre i tempi necessari ai miei giretti (e qualcuno l’ho anche fatto, vedi questo verso Lesa e quest’altro sotto Meina) L’unica pecca se proprio volete sono i copertoni che monto che essendo quasi lisci riesco a gestirli abbastanza bene sullo sterrato asciutto ma sul bagnato non hanno grip e se trovo roccie bagnate come in questo giro tendono a ‘scappare’ 🙂 Ah, una Mtb-Bdc Full-Rigid per andare dove vuoi, come vuoi e quanto vuoi… a chi non piacerebbe ? I LOVE IT!     Percorso in un' unica direzione Percorso ufficiale per : Mountainbike Ideale per: Mountainbike Percorso in zona: Collina Etichette: Indicazioni percorso, Senza barriere, Solitario, tranquillo, Registrato con GPS, Duro, Sassoso, Rovinato, Offroad, Sentiero, Singletrail, Strada Please upgrade your browser Lunghezza percorso 28.46 Km Altitudine massima 593 mt Altitudine minima 310 mt Dislivello positivo 543 mt Dislivello negativo 552 mt Informazioni sulla traccia: Percorso misto adatto a mountainbike con copertoni scorrevoli data la presenza di parecchio asfalto. Prestare attenzione al tratto indicato con 'Rocce scivolose' in quanto è parecchio insidioso a seguito di piogge ma comunque da fare con cautela...
Piemonte Ciclabile

Piemonte Ciclabile

Ormai è agosto e le ferie si avvicinano !!! Per tutti quelli che rimarranno in Piemonte con le due ruote vi segnalo il sito Piemonte Ciclabile, un portale a tutto tondo sui percorsi di questa regione. Visionando alcune tracce sembra molto ricco di informazioni quindi dateci un occhio se voleste programmare qualche ‘scorribanda’...
Effetto Wildpigs!

Effetto Wildpigs!

Cos’é l’effetto Wildpigs? è una passione crescente per le 2 ruote che modifica non solo la mente ma modella il tuo corpo …come? semplice con tanta dedizione, forza di volontà e soprattutto divertimento! Mi presento sono Serena neofita della bici da corsa, da 2 anni mi diletto a sgambettare per le strade intorno a Milano e al Lago Maggiore dove ho affrontato le mie prime salitelle, ovviamente la bici mi segue anche in vacanza con nuovi panorami. La mia sfida è stata quella di perdere peso pedalando e con la giusta dieta il grasso si è sciolto come neve al sole o come un ghiacciolo al mare …per una sarda forse la seconda è più azzeccata!  [;)] Con il peso maggiore la prima difficoltà è sicuramente affrontare la salita, il fiato e il cuore in gola la fanno da padrone e affrontare anche solo una salita da 5 km diventa un incubo. Primo test per verificare i miglioramenti in salita quest’anno ai primi di giugno metter giù 10 kg hanno fatto la differenza! L’ho affrontata tutta d’un fiato con grande stupore (certo non sono ancora una scheggia) non ho messo giù il piede, cuore e fiato regolare. Che soddisfazione arrivare in cima! Soffrendo meno riesco a gustarmi meglio gli scorci e la natura intorno, angoli di lago unici, apprezzo di più la qualità dell’aria non è più un mero gesto meccanico per incanalare ossigeno ma una percezione dei profumi che la natura ci regala. In pianura va meglio la velocità media sta salendo ..ora sono più belle le risaie intorno a milano cariche d’acqua, cascine e abbazie che ti...